precariarte alla fnac

18 novembre 2008
Share

COMUNICATO STAMPA

Martedì 18 Novembre, alle ore 18 c/o il Forum Fnac (via XX Settembre 46 r): secondo appuntamento, dedicato ai MUSICISTI, per il ciclo di incontri curato da ALAI CISL GE
ed ideato da Stefano Bruzzone per mettere a confronto gli artisti con il mondo del lavoro. Mentre la Genova della musica live è in crisi crescente

“PrecariArte”…
per i musicisti genovesi in… apnea


Prosegue PrecariArte, rassegna organizzata dal Club ALAI – Cisl di Piazza Campetto 1
(Associazione Lavoratori Atipici ed Interinali - tel/fax: 010256250 alai-ge@libero.it) capitanata da Alessandro Lotti. Un ciclo di tre incontri mensili tra ottobre e dicembre, dedicato ai percorsi di conoscenza del “dietro le quinte” della vita di scrittori, musicisti, pittori, e del confronto con il mondo del lavoro: editori, discografici, galleristi.

Dopo l’appuntamento d’esordio di ottobre dedicato agli scrittori, tenutosi c/o Porto Antico Libri, la seconda puntata della rassegna ideata da Stefano Bruzzone sarà dedicata ai musicisti e si terrà Martedì 18 novembre 2008 a partire dalle ore 18 c/o il Forum Fnac (via XX Settembre 46r), con ospiti di tutto riguardo: Roberto “Freak” Antoni, voce degli storici Skiantos e Andrea Bruschi, leader dei Marti, band genovese in ascesa, rappresenteranno gli artisti; il ligure Stefano Senardi (Radio Fandango, Presidente onorario MEI ed ex Presidente Polygram) e Monica Melissano (Suiteside records GE), rappresenteranno la discografia. Roberto Giannini, Presidente dell’associazione Metrodora GE porterà la sua esperienza sul territorio e Barbara Grillo di Alai Cisl GE introdurrà l’evento. Lo stesso Stefano Bruzzone, giornalista e cantante del gruppo rock Altera modererà l’incontro.

Si parlerà del dietro le quinte della vita dei musicisti rock & pop e del rapporto con il mondo del lavoro: discografici, produttori, manager. Le edizioni musicali e la produzione esecutiva, i contratti e la Siae, i concorsi e l’autoproduzione, i concerti, myspace e molto altro... Un incontro che promette di rivelarsi prezioso per sostenere i musicisti in erba e non della nostra città. Gli unici suoni presenti saranno in video (con la proiezione degli ultimi clip di Skiantos e Marti), in omaggio alla figura di Max Parodi, musicista genovese precocemente scomparso che lavorava proprio da Fnac. Previste alcune

L’evento cade in un momento particolare per la musica dal vivo nella Superba, ormai a rischio di “estinzione”: sono sempre meno i club disponibili ad organizzare continuativamente concerti ed il recente regolamento del Comune di Genova sulla chiusura anticipata dei locali non è certo un’ incentivo al riguardo, mentre la cronica carenza di spazi per la musica “giovane” non rientra minimamente nelle priorità degli amministratori, la cui attenzione, nell’ambito culturale è rivolta principalmente alle grandi mostre d’arte. Il primato naturale del capoluogo ligure nella musica live è ormai insidiato molto da vicino da località rivierasche che mai avrebbero pensato di ritrovarsi in tale situazione: Rapallo (circa 30.000 abitanti) con in prima linea i club “Jambalive” e “Nota Bene Live” e Sestri Levante (circa 19.000 abitanti) con il M.E.P. e il suo “Mojotic Festival” stanno lavorando con continuità ed attenzione alla programmazione nel lungo periodo. Lo stesso dicesi a ponente: a Savona (circa 60.000 abitanti) lo Ju-Bamboo ed il Rain Dogs hanno una programmazione (per quanto differente) di tutto riguardo, spesso con ospiti stranieri. Appare fuori da una logica che una città come Genova, sesta in Italia per numero di abitanti e ricca di fermenti artistici come poche, non riesca “nemmeno” ad affrontare la questione. Saranno annunciate nell’occasione alcune importanti novità ed una nuova stagione di concerti in avvio, piena di sorprese, che prenderà il via prossimamente presso Utri Beach a Genova Voltri. Dalla periferia cittadina, davanti al mare, un segnale di rinascita e di speranza per la musica dal vivo made in Genova.

L’incontro “PrecariArte” presso Fnac si preannuncia interessante anche per chi vuole approfondire i meccanismi che portano una canzone dalla cantina o dalla sala prove del suo autore ai negozi di dischi e per conoscere i retroscena e le difficoltà della vita degli artisti ed il lavoro dei discografici. Il terzo ed ultimo incontro della rassegna, sempre ad ingresso libero, si terrà nel mese di dicembre e sarà dedicato a pittori & galleristi.

Comunicato a cura di Stefano Bruzzone



Informazioni sugli ospiti

Roberto “Freak “Antoni (Skiantos)
è considerato uno degli autori più stimolanti nell'ambito del movimento artistico culturale post '77. Storico leader dei bolognesi SKIANTOS (ospiti fissi in due recenti edizioni di “Colorado Cafè” su Italia1), ideatore del cosiddetto genere demenziale (rock improvvisato e poesia surreale), performer e scrittore (“Non c’è gusto in Italia ad essere intelligenti”, “Badilate di cultura”, ecc.). Recentemente è anche protagonista di un fumetto bimestrale, “Freak” (Sie ed.) ispirato alla sua vita. Celebri le sue battute “Se la fortuna è cieca… la sfiga ci vede benissimo” e “Si dice che una volta toccato il fondo non puoi che risalire. A me capita di cominciare a scavare”. www.skiantos.com

Andrea Bruschi (Marti)
è un attore cinematografico e televisivo, fondatore nel 1995 con Lorenzo Vignolo del movimento Zerobudget. Dopo un contratto con Sony Japan e numerosi tour internazionali dal 2003 è leader dei MARTI: l'album "Unmade beds" prodotto da Paolo Benvegnù e considerato uno dei migliori album del 2006 dalla critica specializzata. La band ha firmato un contratto con la casa discografica canadese Fod Records. “Unmade Beds”, già uscito anche in Germania, sarà presto distribuito in Inghilterra e in Francia. www.martimusic.net

Stefano Senardi
è una figura di assoluto primo piano della discografia italiana. Ha lavorato per CGD, è stato responsabile del repertorio internazionale WEA Italia, direttore marketing e direttore Generale di CGD/Time Warner, Presidente di PolyGram Italia nel periodo 1992/1999. Fonda la NuN Ent. e ne è presidente fino al 2004, quando ne diventa amministratore delegato. Nel luglio 2004 ha diretto il Live8 di Roma. Dal 2005 sviluppa le attività discografiche ed editoriali di Radio Fandango e nel 2006 viene eletto presidente onorario di AudioCoop e diviene membro del Comitato Scientifico della Fondazione Giorgio Gaber.
http://it-it.facebook.com/people/Stefano_Senardi/546248164

Monica Melissano
è da anni un’animatrice della scena indie italiana: dalla musica irlandese della laurea al DAMS – Musica, ai libri (es. “Radiohead“ per ed. Riuniti), dalle radio (es. Radio Città del Capo) al lavoro come pubblicita (es. “Rumore”); la sua Suiteside records è ormai una realtà
solida nel panorama delle etichette indipendenti italiane. In catalogo The Banshee, Damien,
Overmood e Thee Piatcions e lavori di Rollercoaster e Lo-fi Sucks!. www.suiteside.com

Roberto Giannini
è un insegnante, dal 2003 fondatore e presidente dell’associazione Metrodora GE, che rappresenta molti dei musicisti rock cittadini ed ha realizzato eventi di rilievo quali il “Festival delle Periferie” e “Lorca – divagazioni d’autore”. www.metrodora.net

Stefano Bruzzone
Giornalista (collabora con varie testate, siti e radio) ed operatore culturale, presidente dell’ass. “Cantiere di Idee del Carmine”, cantante ed autore del gruppo musicale Altera, è l’ideatore del ciclo di incontri PrecariArte www.gruppoaltera.com



ALAI CISL è nata nel luglio del '98 con l'obiettivo di offrire rappresentanza e tutela a chi è impegnato nei “nuovi lavori”. Desiderio di aggregazione ad altri soggetti con gli stessi problemi ed esigenze: ALAI nasce proprio per rispondere a queste esigenze specifiche di informazione, servizi, tutele e aggregazione, cercando di dare voce e rappresentanza a chi, soprattutto i giovani, ma spesso anche i meno giovani, è coinvolto in nuove forme di lavoro, dal lavoro interinale alle collaborazioni coordinate e continuative, dal lavoro a progetto ai lavori socialmente utili, ecc. Si tratta di forme a volte molto diverse tra loro; spesso si parla di "nuovi lavori" o "lavori atipici", benché siano sempre più diffusi e, quindi, sempre meno atipici. Qualche volta, come nel caso dei lavori socialmente utili, molto diffusi nelle regioni meridionali, si tratta di attività finanziate dallo Stato e dagli enti locali per dare risposte all’emergenza occupazionale che notoriamente caratterizza quelle aree. Desiderio di aggregazione ad altri soggetti con gli stessi problemi ed esigenze ALAI nasce proprio per rispondere a queste esigenze specifiche di informazione, servizi, tutele e aggregazione.
www.alai.cisl.it

Evento inserito da KOSMOZ.

Lounge

Devi essere un utente registrato per discutere nel lounge dell'evento.
Registrati / login