Noccioline

16 novembre 2008 16:00 @ Teatro Duse
15 novembre 2008 20:30 @ Teatro Duse
14 novembre 2008 20:30 @ Teatro Duse
Share

Ventitré sequenze, brevi come fumetti, per inquadrare una societa': una schiera di adolescenti formato Peanuts - mondo al quale i nomignoli dei personaggi e l'atmosfera linguistica continuamente rimandano - che all'improvviso passa dai giochi infantili al confronto con il presente, come se questo fosse lo specchio dei primi. L'effetto e' tragico. Nella prima parte, i protagonisti sono seduti su un accogliente divano davanti a un enorme televisore, mentre bevono coca-cola e consumano cartoni animati tra chiacchiere e dispetti. A Buddy - una sorta di novello Charlie Brown - e' stata affidata da conoscenti una casa da custodire in loro assenza. Gli amici si precipitano a occuparla e procedono a una graduale opera distruttrice. Quando, inaspettato, torna il figlio dei padroni di casa, Buddy cerca di salvarsi rinnegandoli. Ogni sequenza si apre con un sopratitolo altisonante - da "I mass media controllano il mondo" a "Ideali tutti e subito" - che crea contrasto, ironico e caustico insieme, con le innocue situazioni rappresentate, ma anche richiama, sotto il racconto lieve, tutto un passato di contestazioni. Da qui, lo stacco della seconda parte, ambientata dieci anni dopo e con l'azione trasferita nell'atmosfera repressiva di una caserma (il testo, commissionato a Fausto Paravidino - classe 1970, formatosi alla Scuola del Teatro Stabile di Genova - dal Royal National Theatre di Londra, e' stato scritto dopo i giorni del G8 di Genova). Gli ex ragazzi sono ora divisi in carnefici o vittime, intenti a sperimentare un sistema di torture da regime poliziesco. Tornare indietro e' impossibile e lo constata Buddy, forse rendendosi conto che proprio in quella sua mancata solidarieta' ai compagni di allora poteva risiedere la causa della tragedia in atto nel nome del potere.

Lounge

Devi essere un utente registrato per discutere nel lounge dell'evento.
Registrati / login